Blog: http://undo.ilcannocchiale.it

Efficienza e diritti passano per l'Open Source

Bel titolo eh? Non è mio ma del Corriere delle Comunicazioni che ha pubblicato - grazie Dany dell'info - una intervista sul tema.

Fonte

Solo un paio di chiarimenti giusto per farmi capire meglio (spero).

La direttiva Stanca nella parte citata è stata superata dall'art 69 del CAD (che conosco bene avendo partecipato alla sua stesura...), ma il concetto è lo stesso:
Articolo 69 comma 1:
Le pubbliche amministrazioni che siano titolari di programmi applicativi realizzati su specifiche indicazioni del committente pubblico, hanno obbligo di darli in formato sorgente, completi della documentazione disponibile, in uso gratuito ad altre pubbliche amministrazioni che li richiedono e che intendano adattarli alle proprie esigenze, salvo motivate ragioni.

Caveat per gli acronimi e non solo:
- Os non vuol dire sistema operativo (Operating System) ma Open Source
- Riuso: più che implementarlo lo si fa (o no?). I risparmi non sono sempre garantiti, ma diciamo che a grosse linee si può accettare...
- Saving: il giornalista ha utilizzato un termine corrente inglese che ben esplicita il concetto, sebbene io in generale preferisca l'italiano (grazie Lele)
- “Se c’e` materiale da scaricare il formato word e l’utente non possiede quell’applicativo, l’unica via legale e` comprarlo - rincalza l’esperta": missprinting "il formato" va letto "in formato". Ovviamente non stavo parlando solo di "leggere" un documento ma anche di "editarlo".

C'est tout.
Grazie alla giornalista che mi ha intervistato!

Pubblicato il 23/12/2008 alle 12.11 nella rubrica - Undo-CTRL Z-Canc-Del.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web