Blog: http://undo.ilcannocchiale.it

fiato sul collo ragazzi...

L'altro giorno Veltroni (cito da http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2075837) ha insistito sul fatto che è ora di usicre dalla "visione angusta" secondo cui "le parole scambio o condivisione su Internet" evocano "la violazione di copyright, la pirateria, le copie illegali". "Voglio pensare - ha sottolineato - all'aspetto alto della condivisione. La ricerca del profitto non è infatti l'unica motivazione dell'agire umano".
Il sindaco, che è sembrato a suo agio nel discettare di software libero, citizen journalism, ricerca e Wikipedia, ha voluto concludere sottolineando che "la rete è di tutti ed è diventata un bene comune come l'acqua, l'aria e il mare ma a differenza di questi non è neanche possibile definirne e gestirne i confini territoriali. Non c'é spazio aereo nazionale e non ci sono acque territoriali della rete. Ed è per questo che il governo sovranazionale della rete deve essere un punto irrinunciabile".

Bene, benissimo... e noi saremo qui a ricordarglielo quando diventerà segretario del PD!


http://ilgeko.deviantart.com/art/COPIRIGHT-65990981


http://farm2.static.flickr.com/1169/1396759403_a7304f59ae_m.jpg




Pubblicato il 29/9/2007 alle 19.22 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web