.
Annunci online

undo
Voglio il CTRL Z anche nella vita + PASSIONE ... Mi trovate qui: http://daily.wired.it/blog/codice_aperto/
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


PASSIONE :
Pubblica Amministrazione,
Saperi e
Software liberi,
Innovazione,
Organizzazione, social
Network,
Etica


Condividi



Condividi su Facebook

Free Blogger

    follow me on Twitter


    Wordle: Flavia_Cloud

    My status
    Get Skype and call me for free.



    Profilo Facebook di Flavia Marzano



    Independent Political Blogs - BlogCatalog Blog Directory

    Imagine there's no heaven It's easy if you try No hell below us Above us only sky Imagine all the people Living for today... Imagine there's no countries It isn't hard to do Nothing to kill or die for And no religion too Imagine all the people Living life in peace... You may say I'm a dreamer But I'm not the only one I hope someday you'll join us And the world will be as one Imagine no possessions I wonder if you can No need for greed or hunger A brotherhood of man Imagine all the people Sharing all the world... You may say I'm a dreamer But I'm not the only one I hope someday you'll join us And the world will live as one
    This material is Open Knowledge
    Visita Occasione perduta?






    Se i giovani si organizzano,
    si impadroniscono
    di ogni ramo del sapere
    e lottano con i lavoratori
    e gli oppressi,
    non c'è scampo
    per un vecchio ordine
    fondato sul privilegio
    e sull'ingiustizia.

    Enrico Berlinguer


    Ecco
    dove
    sono
    finiti...



    Link software libero

    Finalmente libero!
    Film seminario Ott.'06-BO
    Film seminario Sett.'07-BO

    Film Liberi di scegliere
    tecnologie libere

    La voce del software libero
    Open Source Blog
    Open Source e usability
    David A. Wheeler
    Il computer è mio e lo gestisco io
    Carlo Piana
    Roberto Galoppini
    Stefano Maffulli

    Intervista OSPA




    Link Civitas & Polis

    Arturo di Corinto
    Democrazia digitale

    eGov4J
    Licenze Creative Commons

    Antonella Beccaria


    Link Associazioni

    UnaRete
    PLIO
    Assoli
    ISDR Il secolo della rete
    ODF Alliance
    Omega


    La frase della settimana:
    "Quegli amici che hai
    e la cui amicizia
    hai messo alla prova,
    aggrappali alla tua anima
    con uncini d'acciaio.»
    - William Shakespeare



    Una coccarda contro
    la pena di morte
    nel mondo:




    Le foto di statue di
    questo blog sono di
    Leonardo Lucchi:
    il mito
    della leggerezza








    Il computer è mio
    e lo gestisco io!

    Liberalizzazione nel campo

    del Software per PC
    Firma la petizione










    Protocollo C3





    Basta! Parlamento pulito

    "presupponendo l'uomo come uomo
    e il suo rapporto col mondo come
    un rapporto umano,
    potrai scambiare amore solo con amore,
    fiducia solo con fiducia.
    Se vuoi godere dell'arte,
    devi essere un uomo artisticamente educato;
    se vuoi esercitare qualche influsso sugli altri uomini,
    devi essere un uomo che agisce sugli altri uomini
    stimolandoli e sollecitandoli realmente.
    Ognuno dei tuoi rapporti con l'uomo e la natura
    dev'essere una manifestazione determinata
    e corrispondente all'oggetto della tua volontà,
    della tua vita individuale nella sua realtà.
    Se tu ami senza suscitare un'amorosa corrispondenza,
    se il tuo amore come amore non produce una corrispondenza d'amore,
    se nella tua manifestazione vitale di uomo amante
    non fai di te stesso un uomo amato,
    il tuo amore è impotente, è un'infelicità".

    Karl Marx







    Creative Commons License
    I contenuti originali
    di questo blog
    sono coperti da una

    Licenza Creative Commons

    Disclaimer
    Questo blog non rappresenta
    una testata giornalistica in
    quanto viene aggiornato senza
    nessuna periodicità.
    Non può pertanto considerarsi
    un prodotto editoriale ai sensi
    della legge n. 62 del 7.03.2001



      Locations of visitors to this page
    http://www.wikio.it


    <


    Ce l'ho e ce la metto, mah...
    P.IVA 01359780507
    domenica di pioggia
    13 marzo 2011
    I francesi lo definiscono "avoir les vagues à l'âme".
    Piove, gocciola,
    cielo grigio,
    i merli che avevano iniziato a canticchiare al tramonto
    si sono chetati all'improvviso...


    Buio adesso e i pensieri, prima grigi,

    ad
    esso si lasciano andare alla malinconia della sera.

    Domani è un altro giorno,
    un'altra settimana
    e il mal d'anima sparirà
    con la nuova alba.



     



    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. piove

    permalink | inviato da undo il 13/3/2011 alle 18:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
    SOCIETA'
    NARCISO E L’OMBRA
    11 luglio 2010
    Qui conta come Narcis si innamoro` dell’ombra sua.
     
    NARCIS fu molto buono e bellissimo Cavaliere. Un giorno avvenne ch’elli si riposava sopra una  bellissima fontana; e dentro l’acqua vide l’ombra sua molto bellissima, e comincio` a riguardarla e  rallegravasi sopra alla fonte. E cosi` credeva che quella ombra avesse vita, che stesse nell’acqua, e  non si accorgeva che fosse l’ombra sua. Comincio` ad amare e innamorare si` forte che la volle  pigliare. E l’acqua si turo`, e l’ombra spario, ond’elli incomincio` a piangere. E l’acqua schiarando, vide  l’ombra che piangea. Allora elli si lascio` cadere nella fontana, si` che annego`. Il tempo era di primavera; donne  si veniano a diportare alla fontana. Videro il bello Narcis affogato: con grandissimo pianto lo trassero dalla fonte, e cosi` ritto l’appoggiaro alle sponde. Onde dinanzi allo Dio d’Amore ando` la novella. Onde lo Dio d’Amore ne fece nobilissimo mandorlo molto verde e molto bene stante, e fu et e` il primo albero che prima fa frutto e rinnovella Amore.
    (Il Novellino - Novella XLVI)

    °°°
    Nell'era del Web 2.0 si rischia di innamorarsi della propria ombra digitale, dello specchio dei social network, dell'immagine riflessa dagli "amici di Facebook", dei "mi piace" di chi passa, per caso, di lì...



     
     

    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. narciso novellino ombra digitale Flavia Marzano

    permalink | inviato da undo il 11/7/2010 alle 11:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
    Non mi sfidare...
    11 settembre 2009
    Invito per Dario!
    Si tratta dell'aperitivo promesso e dell'invito promesso, non sfidarmi su queste cose, sono giochi che faccio da anni e non mi spaventano affatto, anzi!
    Da quando sono su Twitter l'ho fatto decine di volte di scrivere ESATTAMENTE 140 caratteri, senza bluffare, senza spazi inutili, senza parole strane... mi viene e basta e mi verrà anche adesso.
    Sto scrivendo di getto, per te, e mi diverto non poco!
    Poi penso chissà quante e quali critiche mi farà:
    1. non è in tema
    2. ti sei inventata un sacco di cose inutili
    3. non mi stai invitando a un aperitivo ma stai tergiversando
    4. altro?
    Non sto tergiversando, Dario, sto scrivendo tutto e solo quello che mi viene in mente e sono pochi secondi... il tempo di scrivere senza pensare neanche un istante. Adesso sono a seicentonove caratteri, che nel frattempo scendono man mano che scrivo.
    Ho quasi paura che non mi bastino per invitarti a un aperitivo!
    Il problema non è cosa, ma quando!
    Quando saremo liberi sia tu che io per un aperitivo?
    Quando troveremo un po' di tempo per fare due chiacchiere senza limiti di 1400 caratteri, parole, frasi? Senza limiti di tempo insomma?
    Io sono in un tunnel tutto settembre... e ottobre inizia maluccio... poi da quando non sei più su facebook abbiamo anche meno contatti e su Skype non ti trovo, ci sei?
    Insomma, se davvero vuoi che ci facciamo un aperitivo, tu e io, fatti trovare per favore!

    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 1400 esatti!

    permalink | inviato da undo il 11/9/2009 alle 23:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
    diritti
    Diverso, diversa, diversi...
    11 settembre 2009
    Se non si guarda dall'alto si vedono solo i dettagli e i dettagli non sono sufficienti per capire l'insieme, né per capire dove andiamo...

    Diverso, diversa, diversi... ma non è chiaro a tutti il significato e il valore della differenza.

    A volte poi la differenza non è un valore ma... paura...

    LEI
    Cammina sul marciapiede di notte, assorta nei suoi pensieri, vede arrivare verso di lei, sullo stesso lato del marciapiede, alcuni ragazzi che allegramente chiacchierano tra di loro.
    Che fa?
    Passa dall'altro lato... non ha paura, i ragazzi sembrano tranquilli, ma attraversa la strada.

    LUI
    Cammina sul marciapiede di notte, assorto nei suoi pensieri, vede arrivare verso di lui, sullo stesso lato del marciapiede, alcune ragazze che allegramente chiacchierano tra di loro.
    Che fa?
    Resta dov'è e se è di buon umore guarda, ascolta, forse sorride anche quando le incrocia.

    LUI
    Cammina sul marciapiede di notte, assorto nei suoi pensieri, vede arrivare verso di lui, sullo stesso lato del marciapiede, alcuni ragazzi che allegramente chiacchierano tra di loro.
    Che fa?
    Resta dov'è e continua per la sua strada e con i suoi pensieri....

    Chiara la differenza?

    So che non lo è, ma tentare non nuoce.
    Per il mio amico DD: se questo non è un tentativo di comunicare quello che penso... sinceramente non so che cosa lo possa essere!

    Non SOLO 1400, ma 1400 possono essere abbastanza per dire quello che penso!

    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. differenze lui e lei

    permalink | inviato da undo il 11/9/2009 alle 21:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
    Woofer: grande!
    3 settembre 2009
    Hanno staccato l'elettricità... ho il cervello spento!
    Che dolore ogni tanto ritrovarsi con davanti un foglio bianco (uno schermo bianco) e nessuna energia e capacità di riempirlo!
    Capita anche a voi?
    A volte mi sento come se fossi un fiume in piena e non riesco a smettere di scrivere, a volte, come oggi, mi sembra che le parole non riescano a uscire dalla testa prima e dalla tastiera poi... tutto spento, tutto buio!
    Nella nebbia dei pensieri allora arranco a tastoni alla ricerca di un bandolo, una frase, anche solo una parola per iniziare, una parola che mi stimoli a continuare, una parola che mi accenda, anche solo per qualche minuto, il cervello e mi permetta di partire!
    Quando il motore si è avviato poi, si sa, in discesa tutti i santi aiutano :)
    E io sono in discesa, lo so, si tratta solo di vincere l'attrito iniziale, accendere il motore, far spostare anche di poco questa tonnellata che ho sulla schiena e... via, giù per la discesa con le parole che rotolano come sassi spinti dalle onde sul bagnasciuga, con le parole che scorrono come acqua in un ruscello a primavera, con le parole che, tra un sorriso e l'altro, appaiono sul monitor e non si fermano neanche quando torno indietro con la tastiera a correggere un errore di battitura.
    Fluiscono, lentamente, escono dalla testa, passano alle mani, arrivano alla tastiera e finiscono sul video, nero su bianco si dice no?
    Fatto :)

    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. woofer flavia marzano 1400 caratteri

    permalink | inviato da undo il 3/9/2009 alle 22:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
    Una stagione per ogni cosa
    19 giugno 2009
    C'è una stagione per ogni cosa
    e un tempo per ogni evento sotto il cielo

    Un tempo per nascere
    e un tempo per morire.

    Un tempo per seminare
    e un tempo per raccogliere.

    Un tempo per uccidere
    e un tempo per curare.

    Un tempo per demolire
    e un tempo per costruire.

    Un tempo per piangere
    e un tempo per ridere.

    Un tempo per il dolore
    e un tempo per la gioia.

    Un tempo per gettare sassi
    e un tempo per raccoglierli.

    Un tempo per abbracciare
    e un tempo per sciogliersi dall'abbraccio.

    Un tempo per guadagnare
    e un tempo per perdere.

    Un tempo per trattenere
    e un tempo per lasciare.

    Un tempo per strappare
    e un tempo per cucire.

    Un tempo per tacere
    e un tempo per parlare.

    Un tempo per amare
    e un tempo per odiare.

    Un tempo per la guerra
    e un tempo per la pace.

    C'è una stagione per ogni cosa
    e un tempo per ogni evento sotto il cielo.


    [Ecclessiaste]




    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tempo gioele dix

    permalink | inviato da undo il 19/6/2009 alle 8:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
    Alba...
    13 giugno 2009





    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alba

    permalink | inviato da undo il 13/6/2009 alle 22:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
    Silenzio...
    6 giugno 2009
    Il silenzio assordante di queste ultime ore fa quasi male, mi giro intorno aspettando un segnale, un cenno... tutto tace.
    Sono sola con i miei pensieri che si accavallano e si alternano... dolore, serenità, rabbia,... silenzio!
    Anche la casa sta zitta, si sono spenti i soliti rumori, le voci della strada, i merli in giardino... zitti...
    Che succede?
    Dove siete finiti tutti?
    Oppure sono io che sono diventata sorda?
    Il computer... qui si, qui succederà qualcosa di sicuro... no mail, no messaggi, no poke...
    Non sono sorda... sono sola!



    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. silenzio sola

    permalink | inviato da undo il 6/6/2009 alle 0:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
    Piano, forte, pianoforte... silenzio
    14 aprile 2009
    Lo sguardo nel vuoto, silenzio... il sole entra dalla finestra e disegna un grande rombo sul pavimento.
    Sono sola, senza pensieri... il pianoforte dalla radio mi fa compagnia... come sempre fin da quando bambina iniziavo a strimpellarlo.
    Il pianoforte mi assomiglia e mi appaga sia quando sono triste che quando sono felice.
    La casa, semivuota, sembra che mi stia a guardare, il computer, di solito compagno di vita, oggi non collabora... ho sonno, non ho voglia di lavorare, non ho impegni ancora per un paio d'ore.
    Un sms, un sorriso, silenzio ancora...
    Una telefonata. Dove sei? Che cosa fai? Quando torni?
    Un altro sms, domani confermata colazione di lavoro alle 13 al solito posto... rispondo, a domani... silenzio.
    Leggo la posta, niente di nuovo, mando mail di "buona creanza"... devo rispondere a chi mi scrive.
    Cancello un centinaio di sms di auguri di pasqua... e mi chiedo che cosa succederebbe se avessi amici ebrei, musulmani...  mi riempirebbero di sms alle loro feste comandate? Un sorriso un po' cattivo... passa, poi passa.
    Il pianista si accanisce, aumenta il ritmo, mi piace, mi incanto ad ascoltare il nuovo ritmo.
    Oh! Da Beethoven sono passati ai "tenores" sardi... niente di male, ma non vedo il nesso... c'è? Forse no, ma non serve un nesso.
    Il telefono mi fa sussultare.
    Come stai?
    La seconda domanda?
    Mi viene spontanea questa seconda domanda: che cosa posso fare per te?
    Non lo so, risponde, e adesso che cosa faccio? La telefonata continua con tono professionale e su temi di lavoro... finisce presto e resto a guardare il muro, bianco, appena dipinto, non capisco... non ho capito.
    Arriva il geometra, metro in mano, carta e penna e inizia a prendere le misure per la cucina nuova... faccio fatica a non ridere... straccia per tre volte il disegno, non mi sembra molto abile... anche se, a onor del vero, la cucina è piena di angoli e spigoli strani.
    Gli parlo, non mi sembra capire, poi capisco... sta facendo i conti e non mi ascolta... prende misure, le segna sul suo foglio, le cancella, le prende altre tre volte, fa nuovamente i conti, triangola, gioca con gli spigoli, sembra perplesso... io di più... come verrà la mia cucina?
    Ah, signora, il piano lo farà il falegname e lo dovrà tagliare in loco, sa con tutti questi spigoli, forse è meglio che lo faccia su misura!
    Già meglio si... su misura, ma non era venuto apposta a prendere le misure? Vabbe'... speriamo che il falegname sia più vispo.
    Se ne va, riaccendo la radio, ancora pianoforte, bene, mi rilasso un po', ma... ricevo una mail alla quale non so rispondere, gironzolo in su e giù per casa cercando la soluzione, cercando la risposta, non la trovo, sono spenta eppure c'è il sole fuori e la primavera finalmente sta arrivando.
    Leggo la mail per la terza volta, non trovo il bandolo, che cosa vuole che io capisca? So perché mi ha mandato la mail ma non capisco che cosa devo fare con il contenuto... leggo ancora... pazienza mi tocca bluffare... faccio finta di avere capito e rispondo vaga, vediamo che cosa succede.
    Intanto ascolto e imparo i rumori della casa sempre accompagnata dal pianoforte in sottofondo: l'ascensore, la porta del vicino che si chiude, un corvo che vola alto sul palazzo, il rumore del vento e un'auto su un tombino...
    La signora di fronte si siede a fumare sul davanzale della finestra, fa un po' impressione, visto che è al secondo piano, ma sembra serena e sicura di sé.
    Tornano alla mente persone e pensieri di lavoro degli ultimi mesi, alcune degli ultimi anni, cose passate, impegni, promesse, cose future,... lavoro che sta cambiando, lo sento che arriva diverso da prima, sta cambiando... la mia vita lavorativa funziona così... ogni dieci anni circa cambio, cambio quasi tutto... città, persone di riferimento, clienti, colleghi, soci... cambio.
    Sono inquieta, il cambiamento mi piace sempre, ma sono inquieta... forse solo perché non conosco ancora bene i contorni nel mio "nuovo" lavoro, forse perché non l'ho ancora inquadrato, forse perché non so in che città sarà, con chi, quando, quanto... non so... beh... sono inquieta per forza, non so niente del mio nuovo lavoro!
    Sono inquieta e ho diritto di essere inquieta, bene, adesso sto meglio!
    Vorrei parlare con qualcuno, una "bella" persona, una che capisce, una che sa, una che ascolta, una che parla con il cuore in mano... so chi... adesso lo chiamo!
    Acc... cellulare spento, lo cerco su Skype... mmmm... non c'è... pazienza, ma questa gliela dico... se la merita, è davvero una bella persona!
    Siamo passati alla chitarra, bella... un po' meno rilassante... troppo poco rilassante, non mi piace, spengo.
    Silenzio di nuovo, un ragazzo che scende precipitosamente le scale... magari è una ragazza, bah... non importa, adesso tutto tace di nuovo.
    Sono ancora inquieta, vorrei uscire, devo lavorare, c'è il sole, devo consegnare un lavoro entro questa sera, ho fame, devo rileggere il documento prima dell'appuntamento di domani mattina, smanio, smettila, ferma e lavora, adesso finisci e dopo sei più serena, finisci il tuo lavoro, dopo, dopo esci, mangi, vedi chi ti pare, chiacchieri un po', ti rilassi... dopo!
    Il silenzio non mi piace più, riaccendo la radio, ancora la stessa chitarra che mi innervosisce, cambio canale, ecco, Whitney Huston, grande... che meraviglia!
    And I... will always love youuuu... canto con lei... adesso posso tornare a lavorare!
    Mi ha telefonato il mio amico, la bella persona, oggi non può, ma ci vedremo domani... bene, sono contenta.
    Ho riletto per la quarta volta la mail e finalmente ho capito, so che cosa vuole da me... bene, sono contenta.
    Ho finito il lavoro per questa sera... bene, sono contenta.
    Adesso di nuovo pace e silenzio.

    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. silenzio piano forte pianoforte

    permalink | inviato da undo il 14/4/2009 alle 18:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
    Vorrei, vorrei...
    29 marzo 2009
    Vorrei scrivere di più, mi piace, mi rilassa, mi .. soddisfa... ma non ci riesco sempre, non quando vorrei... non quanto vorrei.
    Mi viene voglia di scrivere all'improvviso e allora la mano corre sui tasti quasi senza interruzione tra i pensieri e le dita che scrivono...
    Se mi capita quando sono senza "media"... allora soffro, provo a trattenere i pensieri come si trattiene il respiro sperando che restino dentro e scorrano poi fluidi davanti a una tastiera o a un foglio di carta.
    Ma non ci riesco e mi addoloro.
    Quando poi, finalmente, ho una tastiera davanti... tutto tace nel mio cervello, spento, completamente spento... nessun segnale!
    Non mi ostino a scrivere... una volta l'ho fatto e mi sono vergognata per quello che è venuto fuori... quindi non scrivo, mi fermo qui.



    "A volte è meglio tacere e sembrare stupidi
    che aprir bocca e togliere ogni dubbio"


    (Oscar Wilde)


    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. aspettando tacere oscar wilde

    permalink | inviato da undo il 29/3/2009 alle 21:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
    sfoglia
    luglio